Benvenuti sul Sito

header bufala

Relazione epidemiologica Brucellosi Bufalina

Proponiamo in  allegato la situazione della Brucellosi Bufalina in provincia di Caserta elaborata dalla Regione Campania, aggiornata al 30 giugno 2010,

 

 

PDF_icon[1]SCARICA

PROPOSTE DI INTERVENTO PER INCREMENTARE LA PARTECIPAZIONE AL PIANO DI SVILUPPO RURALE 2007-2013 (misure 114-115-215)

psrPresentate all’Assessore all’Agricoltura dott. Amendolara

 

1)   Proroga termini per presentazione domande di accesso alla misura 215 di sostegno ai costi di adeguamento strutturale  e delle tecniche di allevamento (buone pratiche  zootecniche)

2)   Consentire la valutazione preventiva del  rispetto oggettivo delle buone pratiche zootecniche e dei seguenti obiettivi di miglioramento dell’allevamento: managment aziendale e personale, sistemi di allevamento; controllo ambientale, alimentazione, igiene, sanità ed aspetti comportamentali per  dell’accesso al sostegno alla misura 215 con un manuale pubblicato sul sito web.

3)   Contestuale attivazione della misura 114 che permetterà di recuperare le spese di consulenza veterinaria quando correlata alla tipologia di azione C (miglioramento delle condizioni di allevamento delle specie bufaline e bovine per contenere la diffusione di patologie)

4)   Modifiche al Bando per il riconoscimento degli Organismi di consulenza (decreto 23.10.09 n. 593) (BURC n. 68 del 09/11/2009)

Bando dei beneficiari e relativi allegati - (BURC n. 42 del 02.07.2009) (pdf 377 Kb):

-         per ampliare e non limitare la possibilità di accesso ad organizzazioni tra professionisti;

-         per modificare i requisiti richiesti per la consulenza equivocamente  sostenuti, che oggi si identificano nel concetto di  esperienza nel settore”, con il principio oggettivo e pubblicamente sostenibile di Competenza nel settore, riconosciuto in termini professionali di legge.

5)   Utilizzazione, mediante modifiche del  bando specifico per utilizzare fondi della misura 115 per veicolare attraverso informatori le misure di sostegno agro zootecnico

 

 

Embryo Transfer

embryo_transferIn riferimento ai precedenti colloqui ed incontri con la Direzione della sanità animale e del farmaco veterinario del Ministero della Salute e su iniziativa dello stesso Ministero, si è tenuta a Roma una riunione tra Ministero della Salute, Ministero delle politiche agricole, FNOVI e Siet.
L'obiettivo dell'incontro, atteso da tempo dalla Fnovi e dalla Siet, è stato quello di affrontare i problemi operativi nel settore Embryo Transfer bovino e di fornire all'operatore di campo le necessarie semplificazioni. Sono stati presi in esame durante la riunione i punti più controversi della legge 30/91, disciplina della riproduzione animale, anche alla luce di come si è modificata nel tempo la professione del medico veterinario che opera nel settore Embryo Transfer.
Presenti per il Ministero della Salute Antonio Ferraro, per il Mipaaf Francesco Scala, per la Fnovi il Consigliere Alberto Casartelli, per la Siet Pierluigi Guarneri e Roberto Landriscina.
Queste le richieste avanzate dalla FNOVI:
1) CIE certificato di impianto embrionale: il medico veterinario è costretto a compilare per ogni embrione impiantato un modello CIE, acquistato (previo versamento bollettino ufficio postale) presso una APA e valido solo per la regione a cui l'APA appartiene. Le stesse informazioni presenti sul CIE devono essere riportate anche su certificato di raccolta embrionale e sul registro cronologico di carico e scarico per poi essere inviate in Regione semestralmente. Si richiede che i CIE vengano equiparati ai CIF, certificato di intervento fecondativo e che valga quindi una registrazione riepilogativa su base mensile affidata alle APA durante i controlli funzionali. Per gli allevamenti non iscritti al L.G. la compilazione dei CIE sarà ancora a carico del veterinario.
2) Codice regionale di trapiantatore: il veterinario per trapiantare gli embrioni deve essere iscritto ad un albo regionale. Si richiede che questo codice dopo la prima iscrizione venga automaticamente comunicato e riconosciuto da tutte le altre regioni.
3) Il veterinario è tenuto ad avere un registro cronologico di carico e scarico che documenti la sua attività: per scarico si intendono gli embrioni che il veterinario trapianta freschi in azienda o che congela e lascia nel bidone dell'azoto dell'allevatore.
4) Informatizzazione: si richiede che venga sviluppato un software per snellire tutte le procedure di raccolta dati. Allo scopo la FNOVI e la Società Italiana di Embryo Transfer si sono rese disponibili ad ogni collaborazione.
Positive le ”prime risposte” ottenute: ora FNOVI e Siet rimangono in attesa degli atti formali conseguenti.

Timbro professionale - Caratteristiche

fnovi_serpente_copy12Si riporta di seguito la circolare n° 5/2010 del 01/07/2010,  della FNOVI, fatta pervenire a tutti gli Ordini privinciali, che da delle linee guida sui contenuti del timbro professionale usato dai Medici Veterinari.

 

PDF_icon[1]SCARICA CIRCOLARE

Requisiti strutturali minimi per erogazioni di prestazioni veterinarie

vet1Ai Colleghi titolari di strutture veterinarie si invia copia del Bollettino Ufficiale della Regione Campania n. 22 del 15 maggio 2006 REGIONE CAMPANIA - Giunta Regionale - Seduta del 19 aprile 2006 - Deliberazione N. 459 - Area Generale
di Coordinamento N. 20 - Assistenza Sanitaria - Recepimento accordo Stato - Regioni del 26.11.2003 riguardante: definizione dei requisiti strutturali, tecnologici ed organizzativi minimi richiesti perl’erogazione delle prestazioni veterinarie - “Linee Guida”.
Si ricorda che l'adeguamento ai requisiti minimi previsti dalla presente delibera per le strutture già autorizzate dovrà avvenire entro 5 anni dalla pubblicazione della stessa sul BURC della Regione Campania.

 

PDF_icon[1]SCARICA COPIA BURC

Sito per ricerca lavoro

veterinarioCerchi lavoro? segnaliamo il sito:
http://www.careerjet.it/lavoro-veterinario.html 

Careerjet.it è un motore di ricerca del lavoro per l'Italia, grazie al quale il candidato accede ad un'enorme quantità di annunci di lavoro pubblicati sia su siti aziendali che su siti specializzati nell'offerta di lavoro, con un'unica semplice ricerca ed evitando di dover ricercare su ogni sito aziendale individualmente.

COMUNICATO PSR REGIONE CAMPANIA

psrFacendo seguito all’incontro del 10 Giugno u.s, presso l’Assessorato all’Agricoltura della Regione Campania il Dirigente del Settore interventi per la produzione agro alimentare, dott. Irlando Antonio ha comunicato  che sarà costituito un tavolo tecnico per le modifiche al bando, per l’annualità 2011, della misura 215 per il Benessere animale.

Per affrontare questa tematica e tutte le altre connesse alle misure di sostegno del Piano Di Sviluppo rurale 2007-2013

Misura 111 Azioni nel campo della formazione professionale e dell'informazione

Misura 114 Utilizzo dei servizi di consulenza

Misura 115 Avviamento dei servizi di assistenza alla gestione, di sostituzione e di consulenza aziendale

Asse II

Misura 214: Pagamenti agroambientali

Misura 215: Pagamenti per il benessere degli animali

Misura 331: Formazione ed informazione

Si vuole costituite un gruppo di lavoro con quanti sono interessati  per sviluppare conoscenze e competenze di consulenza su tali materie.

Per informazioni rivolgersi al dott. Iagrossi Diamante tel. 347-1788818, indirizzo mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Specialistica Ambulatoriale - Gratuatorie provvisorie anno 2010

Sono state rese note le graduatorie provvisorie della Specialistica Ambulatoriale per i Medici Veterinari, relative all'anno 2010. E' possibile visionarle negli allegati di seguito riportati.

 

PDF_icon[1]GRADUATORIA AREA "A"        PDF_icon[1]ESCLUSI AREA "A"

PDF_icon[1]GRADUATORIA AREA "B"         PDF_icon[1]ESCLUSI AREA "B"

PDF_icon[1]GRADUATORIA AREA "C"         PDF_icon[1]ESCLUSI AREA "C"

Principali malattie infettive degli animali domestici

Le malattie infettive che interessano gli animali domestici e selvatici sono numerose e determinate dai più svariati agenti quali batteri, virus o altri agenti infettanti non convenzionali (prioni). Sono di seguito riportate soltanto quelle malattie che rivestono particolare importanza non solo perché estremamente diffusibili o rischiose per la salute pubblica, ma anche perché in grado di determinare danni economici dovuti alle restrizioni che vengono imposte alla commercializzazione sia degli animali vivi che dei prodotti di origine animale provenienti dalle zone colpite.
Esse sono attualmente inserite nella Lista A ed in parte nella Lista B dell' Office International des Epizooties (O.I.E ) di Parigi, organismo internazionale per la salute animale i cui standard sanitari influenzano l' Organizzazione Mondiale del Commercio (WTO) nella stesura degli accordi commerciali sanitari e fitosanitari (SPS) internazionali.
La presenza di una di queste malattie implica l'applicazione di un insieme di misure finalizzate al loro controllo ed eradicazione come ad esempio l'obbligo di abbattimento e distruzione degli animali presenti negli allevamenti colpiti, l'istituzione di particolari zone dove viene limitata o impedita la movimentazione degli animali, l'effettuazione di specifiche prove diagnostiche e infine l'eventuale trattamento o distruzione Homework Help Sites di prodotti di origine animale.

ANAGRAFE PROFESSIONALE

caduceo_veteRicordiamo a tutti gli iscritti, che l'ordine ha attivato l'anagrafe professionale, ritenendolo strumento indispensabile per conoscere l'entità, la tipologia e la articolazione della professione sul territorio, conoscenza fondamentale per avviare qualsiasi progettualità.

Gran parte dei colleghi, fino ad oggi, hanno fatto pervenire la scheda presso la sede dell'ordine, altri non hanno ancora inviato le notizie utili al completamento dell'anagrafe professionale.

E' possibile inviare le schede con tutti i dati via fax al numero 0823325288 oppure per posta elettronica all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

wordSCARICA LA SCHEDA

Obbligo di cancellazione dall'albo per gli iscritti morosi.

word LEGGI REGOLAMENTO