Relazione dell'incontro in Regione

INCONTRO DEL 8 MAGGIO 2014 CON IL SUB COMMISSARIO AD ACTA PER LA SANITA'

L'8 Maggio così come avevamo chiesto siamo stati ricevuti dal Prof. Ettore Cinque Sub Commissario ad Acta per il piano di rientro della Regione Campania e dal Dirigente di Staff Avv. Postiglione.
Abbiamo evidenziato come in Regione non si abbia concreta consapevolezza della realtà zootecnica e produttiva

della Provincia di Caserta. Abbiamo evidenziato che con un patrimonio di 231.730 Bov/Buf . è la 5^ Provincia d'Italia dopo Brescia, Cuneo Mantova e Cremona. Che sono presenti 130 Caseifici, che l'export di prodotti lattiero caseari raggiunge i 300.000 Q/anno, che tale realtà deve essere tutelata e salvaguardata con attenzione dagli organi che dispongono la politica sanitaria regionale. Che la garanzia della sicurezza alimentare e della sanità animale richiede strumenti e professionalità che non possono essere influenzati dalla sensibilità di chi gestisce, in quel momento, la sanità territoriale, che occorre dare continuità e stabilità all'azione di risanamento effettuata, riconoscendo ai medici veterinari operatori (specialisti ambulatoriali) il giusto lavoro svolto.
Gli Organi Regionali hanno preso atto e convenuto di agire sulla ASL Caserta, anche attraverso una verifica della corretta utilizzazione delle risorse della specialistica ambulatoriale, affinché si possa dare risposta alle necessità evidenziate, cosi come sono state affrontate e risolte altrove (ASL Salerno).
Sulla via del ritorno dalla riunione mi sono soffermato su alcune personali riflessioni e mi sono posto queste domande:
Ma come mai a Salerno, Provincia che vero ha più abitanti di Caserta, ma anche un numero di veterinari Dipendenti superiore a Caserta, sebbene abbia un patrimonio zootecnico con 100.000 animali meno di Caserta, utilizza per la specialistica veterinaria 1.150 ore settimanali , mentre a Caserta sono disponibili solo 850 ore settimanali.
Forse... i colleghi di Caserta sono più bravi e lavorando più velocemente hanno meno bisogno di lavoro?
Forse... a Caserta non si è in grado di "vendere" adeguatamente il valore e l'importanza della veterinaria nei confronti del management di Direzione della ASL?
Forse...i colleghi Veterinari Dirigenti della ASL non hanno evidenziato adeguatamente la necessità del lavoro degli specialisti, non si sono adoperati nel favorire e legittimare il giusto riconoscimento economico e professionale degli stessi?
Forse... i veterinari specialisti di Salerno hanno maggiore conoscenza e consapevolezza dell'ACN, delle norme del lavoro e dei diritti sindacali e professionali?
Non mi sono dato risposte, ma credo comunque che prima di attribuire agli altri le cause degli insuccessi occorra prima guardarsi all'interno della nostra categoria.
Cordialmente . Mario Campofreda

News Fnovi

Giuramento professionale

ippocrate.jpg - 2.60 Kb

PROMETTO SOLENNEMENTE

Di dedicare le mie competenze e le mie capacità alla protezione della salute dell'uomo, alla cura ed al benessere degli animali, promuovendone il rispetto in quanto esseri senzienti.
Di impegnarmi nel mio continuo miglioramento, aggiornando le mie conoscenze all'evolvere della scienza;
Di svolgere la mia attività in piena libertà e indipendenza di giudizio, secondo scienza e coscienza, con dignità e decoro, conformemente ai principi etici, e deontologici propri della Medicina Veterinaria.